PROGETTO ELENA GENoa - Innovative Urban Sustainability - Comune di Genova

Il programma, denominato GEN-IUS, (GENoa - Innovative Urban Sustainability), comprende la riqualificazione energetica di edifici pubblici (isolamento e riscaldamento),l'efficientamento dell’illuminazione interna integrata a elementi di domotica, l’efficientamento energetico di circa 16000 impianti di pubblica illuminazione, la creazione di distretti energetici afferenti al Comune di Genova e anche ad un esteso numero di Enti partners all'interno dell'Area Metropolitana di Genova.

Oltre al Comune di Genova e sue società partecipate (SPIM, Genova Porto Antico, Fondazione Fulgis e Fondazione Palazzo Ducale), il programma di investimento GEN-IUS è esteso ad un vasto numero di Comuni dell’Area Metropolitana di Genova coordinati dalla Città Metropolitana, anch'essa direttamente interessata dal programma d'investimento. I Comuni dell’Area Metropolitana coinvolti sono, elencati in ordine alfabetico: Avegno, Bargagli, Bogliasco, Borzonasca, Busalla, Campoligure, Carasco,Ceranesi, Casarza Ligure, Cogorno, Coreglia Ligure, Fontanigorda, Isola del Cantone, Leivi, Lorsica, Masone, Mele, Mezzanego, Montebruno, Montoggio, Pieve Ligure, Rapallo, Recco, Ronco Scrivia,Rossiglione, Rovegno, San Colombano Certenoli, Savignone,Sori, Tribogna e Vobbia. 

 
 
PROGETTO LIFE PHOENIX - Regione Veneto

Il progetto LIFE PHOENIX (co-finanziato dall’Unione Europea attraverso il Programma LIFE) ha lo scopo di dimostrare come un nuovo modello di governance inter-istituzionale, supportato da sistemi previsionali innovativi e da mirate strategie di mitigazione, possa permettere di gestire in modo tempestivo ed efficace i rischi derivanti da contaminazione delle acque da sostanze organiche mobili e persistenti (definite dall’acronimo PMOC). Questo modello verrà proposto con lo scopo di evitare o, almeno in parte, ridurre la spesa pubblica necessaria per far fronte ai danni causati da inquinanti emergenti a livello di salute umana e per l’ambiente. Il focus specifico di questo progetto riguarda una sottoclasse di PMOC quali le sostanze perfluoroalchiliche (PFAS) a catena corta e interesserà le acque potabili e quelle ad uso irriguo.

 
 
PROGETTO TAGS - CREA

TAGs, finanziato nell’ambito dell’Asse Prioritario 1 (Innovazione e Competitività) è coordinato dal Consiglio per la Ricerca in Agricoltura e l’analisi dell’economia agraria di Bari (CREA) ed ha come partner sul lato Italia il CETMA di Brindisi e il Gruppo di Azione Locale "Terra Dei Trulli e di Barsento", mentre sul lato Greco l’Istituto di Formazione Tecnologica della Regione della Grecia Occidentale e la Regione della Grecia Occidentale, entrambi con sede a Patrasso. Tema centrale del progetto è l’agricoltura di precisione, una strategia innovativa applicata in agricoltura che consente, grazie alle moderne applicazioni tecnologiche, un aumento significativo della produttività dell'azienda agricola con processi più rispettosi dell'ambiente, come ad esempio la riduzione del consumo di acqua e dei prodotti chimici.

Il progetto si propone di stimolare e promuovere innovazioni tecnologiche e commerciali nel settore agricolo e di creare un cluster multidisciplinare transnazionale eterogeneo composto da attori della ricerca e dell'innovazione, responsabili politici e imprese della Grecia occidentale e delle regioni pugliesi. Vale la pena considerare che essendo entrambe le aree rappresentate in gran parte dalle aree rurali, il settore agricolo svolge un ruolo molto importante nella loro economia.